Al momento stai visualizzando NFT: il significato

NFT: il significato

Il digitale ha aperto a nuove forme di investimento, opportunità che fino a pochi anni fa erano impensabili per chiunque, anche per chi è sempre stato un passo avanti.

Gli NFT sono la conferma di questo progresso così particolare e a tratti criticato.

Si sente parlare sempre più spesso di questo strumento e attorno a questo sorgono diverse domande. “NFT cosa sono”, “NFT come funziona”, sono solo alcune delle domande più cliccate sul web per cercare di comprendere questa nuova tecnologia. Cerchiamo quindi di approfondire il significato degli NFT e scoprire così perché hanno raggiunto in poco tempo un notevole successo.

Cosa significa NFT

Partiamo dal significato vero di NFT, ovvero Non – Fungible Token, tradotto con “gettone non fungibile”. Per comprendere bene il concetto è necessario soffermarsi un momento sulla definizione di fungibile e non fungibile, già conosciuta a chi opera nel campo della crypto-finanza.

Si dice fungibile qualcosa che può essere sostituito, quindi per restare in tema digitale il Bitcoin è fungibile in quanto può essere convertito in moneta classica. Gli NFT sono pezzi unici che non possono essere imitati, copiati, né sostituiti.

Ne deriva che gli NFT sono utilizzati per identificare in modo unico, sicuro e protetto un prodotto digitale creato direttamente su internet. Possiamo trasformare in NFT qualsiasi prodotto digitale, da un video a una foto, ma anche un testo o una GIF.

Attraverso gli NFT viene inserita la firma digitale del proprietario che certifica l’originalità del prodotto.

Il concetto è lo stesso di un quadro esposto in una galleria d’arte. Quando l’artista termina l’opera segna la sua firma in un punto del quadro. Da quel momento nessuno può discutere l’originalità del prodotto o la sua proprietà. Chi desidera il quadro dovrà acquistarlo, pagare per il lavoro, il tempo e le competenze dell’artista. Con gli NFT tutto ciò si traduce in termini digitali.